FEDE NEL SIGNORE

Sono sommerso da voci che mi spingono a provare, a comprare, a consumare e cambiano la mia vita. Ma ora, rimetto me stesso al Signore, Creatore dei cieli e della terra, il grande Salvatore e Detentore della vita. Ogni altra voce zittisce alla presenza della Sua maestà.

Salmo 115

1 Non a noi, o SIGNORE,
non a noi,
ma al tuo nome da’ gloria,
per la tua bontà e per la tua fedeltà!
2 Perché le nazioni dovrebbero dire:
«Dov’è il loro Dio?»
3 Il nostro Dio è nei cieli;
egli fa tutto ciò che gli piace.
4 I loro idoli sono argento e oro,
opera delle mani dell’uomo.
5 Hanno bocca e non parlano,
hanno occhi e non vedono,
6 hanno orecchi e non odono,
hanno naso e non odorano,
7 hanno mani e non toccano,
hanno piedi e non camminano,
la loro gola non emette alcun suono.
8 Come loro sono quelli che li fanno,
tutti quelli che in essi confidano.
9 Israele, confida nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
10 Casa d’Aaronne, confida nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
11 Voi che temete il SIGNORE,
confidate nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
12 Il SIGNORE si è ricordato di noi;
egli benedirà,
sì, benedirà la casa d’Israele,
benedirà la casa d’Aaronne,
13 benedirà quelli che temono il SIGNORE,
piccoli e grandi.
14 Il SIGNORE moltiplichi le sue grazie
a voi e ai vostri figli.
15 Siate benedetti dal SIGNORE,
che ha fatto il cielo e la terra.
16 I cieli sono i cieli del SIGNORE,
ma la terra l’ha data agli uomini.
17 Non sono i morti che lodano il SIGNORE,
né alcuno di quelli che scendono nella tomba;
18 ma noi benediremo il SIGNORE,
ora e sempre.
Alleluia.

ESPLORA

Alcuni studiosi affermano che questo salmo fu scritto nel periodo in cui Israele si trovava in esilio in Babilonia (circa nel 597-539 a.C.). Come residenti in un impero di idoli, erano esposti quotidianamente a monumenti, altari, statue e immagini che potevano essere per loro alieni. Questi idoli erano fatti ‘da uomini’, dice il salmista, e quindi controllati dai loro creatori (v. 2-8).
In questo contesto, il salmo è una chiamata ad essere saldi nella fede in Dio che è sopra di tutti.

Il salmo sembra incentrarsi nei versetti dal 9 all’11, dove Dio viene conosciuto dal nome dato nel patto, tradotto ‘Signore’ – questo è il nome usato quando Si era rivelato a Mosè (Esodo 3:14), Colui che non può essere contenuto o definito dal linguaggio. Lui non è stato creato, è autosufficiente e libero d’agire come crede.
Ma questi versetti, non stanno lodando una divinità sconosciuta. Il Signore è degno di fiducia perché Lui ama e si prende cura del Suo popolo, anche se si trova in esilio.
Egli è il Dio del patto di riconciliazione, degno, in ogni momento, della nostra lode, della nostra gratitudine, del nostro ‘Alleluia’ (v. 18).

AGISCI

Facciamo una pausa e voltiamo le spalle a tutte le cose che ci sviano dal glorificare Dio, rimettiamoci a Lui con rinnovata fiducia e adorazione.

GETHIN RUSSEL-JONES

Traduzione e Arrangiamento di Piccola Rondine

Testo Originale: https://content.scriptureunion.org.uk/wordlive/trust-lord

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.