FALLIMENTO TOTALE

Porta a Dio ogni cosa che, al momento, ti distrae. Stai in silenzio per qualche minuto. ChiediGli di donarti un cuore sensibile a quello che ti vuol dire oggi.

Geremia 5:1-19

Le cause del giudizio
1
 «Andate per le vie di Gerusalemme;
guardate, informatevi;
cercate per le sue piazze
se vi trovate un uomo, se ve n’è uno solo
che pratichi la giustizia, che cerchi la fedeltà;
e io le perdonerò.
2 Anche quando dicono: “Com’è vero che il SIGNORE vive”,
è certo che giurano il falso».
3 SIGNORE, i tuoi occhi non cercano forse la fedeltà?
Tu li colpisci, e quelli non sentono nulla;
tu li consumi, e quelli rifiutano di ricevere la correzione;
essi hanno reso il loro volto più duro della roccia,
rifiutano di convertirsi.
4 Io dicevo: «Questi non sono che miseri,
insensati che non conoscono la via del SIGNORE,
il giudizio del loro Dio»;
5 io andrò dai grandi e parlerò loro, perché essi conoscono la via del SIGNORE,
il giudizio del loro Dio;
ma anch’essi tutti quanti hanno spezzato il giogo,
hanno rotto i legami.
6 Perciò il leone della foresta li uccide,
il lupo del deserto li distrugge,
il leopardo sta in agguato presso le loro città;
chiunque ne uscirà sarà sbranato,
perché le loro trasgressioni sono numerose,
le loro infedeltà sono aumentate.
7 «Perché ti dovrei perdonare?
I tuoi figli mi hanno abbandonato,
giurano per degli dèi che non esistono.
Io li ho saziati ed essi si danno all’adulterio,
si affollano nella casa della prostituta.
8 Sono come tanti stalloni ben pasciuti e focosi;
ognuno di essi nitrisce dietro la moglie del prossimo.
9 Non li dovrei punire per queste cose», dice il SIGNORE,
«non dovrei vendicarmi di una simile nazione?

10 Salite sulle sue mura e distruggete,
ma non la finite del tutto;
portate via i suoi tralci,
perché non sono del SIGNORE!
11 Infatti la casa d’Israele e la casa di Giuda mi hanno tradito»,
dice il SIGNORE.
12 Rinnegano il SIGNORE, e dicono: «Non esiste;
nessun male ci verrà addosso,
noi non vedremo spada né fame;
13 i profeti non sono che vento,
e nessuno parla in essi.
Quel che minacciano sia fatto a loro!»
14 Perciò così parla il SIGNORE, Dio degli eserciti:
«Poiché avete detto quelle parole,
ecco, io farò in modo che la parola mia sia come fuoco nella tua bocca,
che questo popolo sia come legno, e che quel fuoco lo divori.
15 Ecco, io faccio venire da lontano una nazione contro di voi, casa d’Israele»,
dice il SIGNORE;
«una nazione valorosa, una nazione antica,
una nazione della quale tu non conosci la lingua
e non capisci le parole.
16 La sua faretra è un sepolcro aperto;
tutti quanti sono valorosi.
17 Essa divorerà i tuoi raccolti e il tuo pane,
divorerà i tuoi figli e le tue figlie,
divorerà le tue pecore e i tuoi buoi,
divorerà le tue vigne e i tuoi fichi;
abbatterà con la spada le tue città fortificate nelle quali confidi.
18 Ma anche in quei giorni», dice il SIGNORE,
«io non ti finirò del tutto.
19 Quando direte: “Perché il SIGNORE, il nostro Dio, ci ha fatto tutto questo?”
tu risponderai loro: “Come voi mi avete abbandonato
e avete servito dèi stranieri nel vostro paese,
così servirete gli stranieri in un paese che non è vostro”.

Esplora

Dio tenta ancora di cercare un motivo per evitare la sentenza, se ci fosse anche solo una persona che pratica la giustizia (v. 1), ma invano.
Il popolo non appartiene al Signore (v. 10; Osea 1:9). Le ragioni che spiccano sono la loro ostinazione (v. 3), la loro noncuranza e la loro illusione (v. 12), inoltre, sono incoraggiati dai falsi profeti che dicono solo quello che loro vogliono sentire (v. 13).
Contrariamente a quanto pensano, Dio agisce (v. 14) e, ironicamente, la punizione è adatta al crimine (v. 19).

La nostra prima reazione al comportamento del popolo è quella di essere inorriditi. Come possono girare le spalle a Dio, la sorgente di vita? Come possono ignorare i Suoi avvertimenti?
Eppure i nostri cuori hanno lo stesso seme di egocentrismo e di ostinatezza. Ci sarà una punizione ed inizierà dal popolo di Dio (1 Pietro 4:17), è una tetra immagine. Ma ci sarà un piccolo barlume di luce, di speranza (v. 18).

Più tardi, in Geremia, leggeremo una meravigliosa descrizione di restaurazione che ci trasporterà alla speranza che abbiamo in Gesù, Colui che ci ha liberati dalla paura della punizione (1 Giovanni 4:18) perché l’ha preso su di Sé.

Agisci

Chiedi a Dio di mostrarti qualsiasi area della tua vita in cui stai cercando di portarla avanti da te, con le tue sole forze. Impegnati, quindi, a portarle avanti come Lui vuole e col Suo aiuto.

JOHN GRAYSTON

Traduzione e Arrangiamento di Piccola Rondine

Testo Originale: https://content.scriptureunion.org.uk/wordlive/epic-fail

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.