CHI E’ IL PROFETA?

Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3:16). Ringrazia Dio che ha dimostrato il Suo amore per noi nel mandare Suo Figlio nel nostro mondo.

Geremia 8:20-9:11

8:20 «La mietitura è finita, l’estate è trascorsa,
e noi non siamo salvati».
21 Per la piaga della figlia del mio popolo io sono tutto affranto;
sono in lutto, sono in preda alla costernazione.
22 Non c’è balsamo in Galaad?
Non c’è laggiù nessun medico?
Perché dunque la piaga della figlia del mio popolo non è stata medicata?

9:1 Oh, fosse la mia testa piena d’acqua
e i miei occhi una fonte di lacrime!
Io piangerei giorno e notte
gli uccisi della figlia del mio popolo!
2 Oh, se avessi nel deserto un rifugio da viandanti!
Io abbandonerei il mio popolo e me n’andrei lontano da costoro,
perché sono tutti adùlteri,
un’adunata di traditori.
3 «Tendono la lingua, che è il loro arco, per scoccare menzogne;
sono diventati potenti nel paese, ma non per agire con fedeltà;
poiché passano di malvagità in malvagità
e non conoscono me», dice il SIGNORE.
4 «Si guardi ciascuno dal suo amico,
nessuno si fidi del suo fratello;
poiché ogni fratello non fa che ingannare,
ogni amico va spargendo calunnie.
5 L’uno inganna l’altro,
non dice la verità,
esercitano la loro lingua a mentire,
si affannano a fare il male.
6 La tua abitazione è in mezzo alla malafede;
per malafede costoro rifiutano di conoscermi»,
dice il SIGNORE.
7 Perciò, così parla il SIGNORE degli eserciti:
«Ecco, io li fonderò nel crogiuolo per saggiarli;
poiché che altro dovrei fare per la figlia del mio popolo?
8 La loro lingua è una freccia micidiale;
essa non parla che in malafede;
con la bocca ognuno parla di pace al suo prossimo,
ma nel cuore gli tende insidie.
9 Non dovrei forse punirli per queste cose», dice il SIGNORE,
«non dovrei forse vendicarmi di una simile nazione?»
10 Io voglio prorompere in pianto e in gemito, per i monti;
voglio spandere un lamento per i pascoli del deserto,
perché sono bruciati, al punto che nessuno più vi passa,
non vi si ode più muggito di mandrie;
gli uccelli del cielo e le bestie sono fuggite, sono scomparse.
11 «Io ridurrò Gerusalemme in un mucchio di macerie, in un covo di sciacalli;
e farò delle città di Giuda una desolazione senza abitanti».

Esplora

Ci siamo già imbattuti nel dolore di Geremia (4:19-21) ma, quello che esprime nella lettura di oggi è ancora più profondo, più buio. Mentre vede il peccato del popolo e le conseguenze a cui andrà incontro si sente lacerato tra il piangere (v. 1) o la fuga (v. 2). L’occasione è stata persa (v. 20), non c’è più alcuna cura (v. 22). Dio ha esaurito ogni altra possibile via (v. 7).
Chiunque reagirebbe come Geremia in queste circostanze, anche l’apostolo Paolo ha avuto una reazione simile in Romani 9:1-3. Quando reagiamo in questa maniera, stiamo rispecchiando il dolore che sente Dio e che ha sentito Gesù quando si stava avvicinando a Gerusalemme (Luca 19:41-44).
Essere un profeta non significa soltanto essere il portavoce della parola di Dio, ma anche provare il dolore che Lui prova.

Noi forse non saremo chiamati ad essere profeti come lo era stato Geremia, o essere dei missionari come lo era stato l’apostolo Paolo, ma, come discepoli di Gesù, siamo comunque chiamati a rappresentarLo in questo mondo a pezzi. Ciò significa sentire quello che sente Dio per il mondo attraverso l’amore che ci ha mostrato Gesù.
E’ facile dare i nostri giudizi senza avere empatia verso il prossimo oppure essere empatici e quindi trattenerci dal far conoscere la verità. Tuttavia, entrambe le cose devono andare assieme.

Agisci

Prova a riflettere, per qualche minuto, al cuore di Dio verso questo mondo spezzato e per le persone perdute. ChiediGli cosa vuole che tu faccia.

JOHN GRAYSTON

Traduzione e Arrangiamento di Piccola Rondine

Testo Originale: https://content.scriptureunion.org.uk/wordlive/whod-be-prophet-1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.